lievito madre
Basi della Pasticceria,  Lievito Madre

Lievito Madre Solido o Lievito Naturale

Benvenuti nel FANTASTICO MONDO DEL LIEVITO NATURALE.

Che Cos’e’ il Lievito Naturale o Lievito Madre?

Il Lievito Madre non e’ altro che un impasto di acqua e farina di grano tenero (ma anche di altri cereali) , che spontaneamente ha permesso lo sviluppo di lactobacilli e lieviti mantenuti attivi attraverso una serie di rinfreschi.

Detto cio’ sembra tutto troppo complicato invece e’ piu’ semplice di quello che possiate pensare.

Vediamo assieme i passaggi punto per punto per realizzare il nostro Lievito Madre.

Primo Giorno:

  • prendiamo un vaso in vetro (non serve che sia grande lo cambieremo piu’ avanti)
  • pesiamo 50g di farina di forza (ho creato una parte appositamente dedicata alle farine e’ interessante)
  •  pesiamo 25g di acqua (meglio se da bottiglia, l’acqua del rubinetto potrebbe essere contaminata)
  • pesiamo 2g di miele
  • mescoliamo il piccolo impastino e lo mettiamo nel vaso coperto da pellicola forata o da una garza sterile legata con un elastico

Lasciamo riposare il nostro lievitino per 48 ore ad una temperatura compresa tra i 22-24 gradi

Terzo Giorno:

il nostro impastino iniziera’ a creare delle bolle, se non le ha non preoccupatevi, e’ ora di rinfrescare per la prima volta il nostro Lievito Madre:

  • prendiamo una ciotola, togliamo la parte sopra del nostro lievito che si sara’ seccata e pesiamo 50g di impasto (preso dal centro e buttiamo il resto)
  • pesiamo 50g di farina possibilmente la stessa usata la volta prima
  • pesiamo 25g di acqua sempre dalla bottiglia

impastiamo bene e lo mettiamo all’interno di un vaso coperto con pellicola o con la stessa garza della volta prima e anche ora lasciamo passare 48 ore.

Quinto Giorno:

da oggi andremo a rinfrescare ogni 24 ore, per 10 giorni:

  • pesiamo 50g di lievito (preso dal centro e buttiamo il resto)
  • pesiamo 50g di farina sempre la stessa che abbiamo usato fino ad ora
  • 25g di acqua (sempre da bottiglia se ci e’ possibile)

impastiamo tutto, creiamo una pallina e la rimettiamo nel vaso, schiacciandola per far aderire bene al fondo.

N.B. per vedere i progressi del nostro lievito, possiamo segnare il vaso con un elastico all’altezza del nostro impasto, cosi’ possiamo controllare in tempo reale la fermentazione.

Ora sono passati 15 giorni dall’inizio di questa avventura, e il vostro lievito cresce, non e’ bellissimo ed emozionante???

Torniamo a noi, da oggi dobbiamo rinfrescare ogni 12 ore circa, perche’ vi scrivo circa…. Bhe’ e’ semplice il lievito non sa a che ora lo avete rinfrescato, per cui sta a voi, organizzatevi in modo che tra il primo e il secondo rinfresco ci siano almeno 10 ore di differenza, questo per poter dare al lievito il tempo di far partire la lievitazione ed effettivamente di crescere prima di dargli (passatemi il temine) “da mangiare” nuovamente.

  • pesiamo 50g di lievito preso dal centro (buttiamo il resto)
  • pesiamo 25g di acqua
  • pesiamo 50g di farina (mi raccomando cerchiamo di tenere sempre la stessa)

facciamo cosi’ per altri 5/8 giorni, non ho scritto un numero preciso perche’ dipende dalla temperatura che abbiamo in casa, se piu’ alta dei 22-26 Gradi il nostro lievito sara’ pronto prima.
Mi spiego meglio un Lievito Madre e’ pronto per essere usato in ricetta quando nel giro di 2/3 ore triplica il suo volume.

A questo punto lo possiamo mettere in frigo e conservare.

Parte delle nozioni che ci sono in questo articolo le ho prese da un libro che io considero un po’ la mia “bibbia” per quanto riguarda i lievitati, se ti va di darci uno sguardo per il link diretto clicca qui.

Ci vediamo al prossimo articolo.

Un Bacio la vostra Admin

     

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.